Pagine al Vetriolo Mi scappa di scrivere!

10Set/080

L’acceleratore di particelle sulla tangenziale di Milano

No Gravatar

Oggi è stato collaudato con successo e ampio entusiasmo da parte della comunità scientifica l'LHC, Large Hadron Collider o Acceleratore di Particelle, che permetterà di studiare più da vicino cosa è successo durante il Big Bang, ovvero il fenomeno che ha dato inizio a tutto l'universo per come lo conosciamo.
Per lavoro mi capita spesso di recarmi a Milano e sulla tangenziale i concetti di spazio, tempo e velocità tendono tutti allo zero, esattamente come avviene in un buco nero... Mi chiedevo, fermo in coda perchè non sperimentare l'acceleratore di particelle proprio lì, sull'infernale tangenziale meneghina?
Anche solo così, per ravvivare l'esperienza degli automobilisti perennemente in coda...

20Apr/080

Terra di nessuno

No Gravatar

La terra di nessuno, o "No man's land", è un luogo immaginario, conteso da tutti o senza alcuna giurisdizione nazionale precisa: un posto fantastico, in cui ognuno può fare ciò che crede, sicuro della propria impunità, sicuro della propria invisibilità.
Nella terra di nessuno puoi scendere in strada e quasi respirarla la sensazione di onnipotenza o di essere la vittima di chiunque... la terra di nessuno si estende lungo tutto lo stivale italico, va a destra e va a sinistra, da un capo all'altro delle Alpi e ancora dalle Alpi lungo tutto l'Appennino.
In questa terra di nessuno ti stuprano a Milano e ti stuprano a Roma perchè è un luogo senza giurisdizione, non certo perchè c'è il rumeno o l'egiziano di turno, anzi proprio grazie alla terra di nessuno qualunque delinquente di qualunque nazionalità può accorgersi quanto è facile delinquere, non visti e non sentiti. "E' colpa degli immigrati!", dicono a destra, "E' colpa della destra!", dicono a sinistra, ma la cruda, innegabile, triste realtà, è che la terra di nessuno è di nessuno, se la colpa va data, va data a tutti, a chi non vede, a chi non sente, a chi non reclama la proprietà della terra di nessuno affinchè diventi la terra di qualcuno, magari la "terra dei cittadini", per esempio.